free page hit counter

Irene Ester Leo

Da “Fuoco Bianco” Capireedizioni

La bambina immagina l’amore
dalla finestra chiama l’aria d’oro,
fiorisce una farfalla e non resta.
Gli occhi rompono piano la visione,
la vita nei suoi pezzi ha radici,
e le radici nascono e fanno nuovi alberi
e la primavera verdi tremori.
La marcia dei risvegli
ha suono e gambe umane,
è dolce nei tuoi sguardi.
Chi non si è perso non possiede
la curva del cielo.


Irene Ester Leo, 1980, laureata in Storia dell’arte, critico d’arte e lettera-
rio. Ha pubblicato: Canto Blues alla deriva, Besa, 2007; Sudapest, Besa,
2009; Io innalzo fiammiferi, con prefazione di Antonella Anedda, Lieto-
colle, 2010 (Premio Letterario Nazionale di Calabria e Basilicata 2010,
primo classificato); Una terra che nessuno ha mai detto, prefazione di
Andrea Leone, Ed. della Sera, 2010; Cielo, prefazione di Davide Rondo-
ni, La Vita Felice, 2012 (Secondo classificato Premio Laurentum 2012).
I suoi versi sono stati tradotti in lingua spagnola, per l’America Latina,
e in inglese su riviste internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *