free page hit counter

Samuele Maffei

testo inedito

I

In questa allucinazione deforme
d’ineffabile materia diradata
abita da sempre la poesia:
arrivo mimetico da dietro
allestisco la trappola
mi riparo nel foglio
aspetto che entri
chiudo il verso.

II

È come sbrogliare la trama del gomitolo,
ricongiungere gli estremi a poco a poco,
destituire la matassa, liberare il groviglio,
sciogliere l’asola, disserrare il nodo,
per ridare al filo la coerenza del discorso,
tagliarlo in versi, infilarci l’ago, suturare
la ferita della pagina con un punto.

III 

Spiegarti che la gallina è l’atto
e l’uovo la potenza
e che nasce prima la gallina
e poi l’uovo
non è stata cosa facile.
Ho preso come esempio
il volerti e l’averti nello stesso tempo,
per poi domandarti:
conta più lo sguardo o il possesso?
Dopo un silenzio,
hai risposto:
il sesso.






Samuele Maffei è nato a Tivoli il 19/08/1997. Si è laureato con lode in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Attualmente studia Filologia Moderna nel medesimo ateneo. Ha pubblicato poesie per Inverso, Poeti oggi, Il visionario e L’incendiario. Ha ottenuto una menzione dalla giuria della terza edizione del Concorso Nazionale Sinestetica per la poesia “Lachmann”.

Un commento su “Samuele Maffei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *